Specchi di nobiltà. Il manoscritto Pinto della Biblioteca Provinciale di Salerno

Il volume vuole essere un contributo al lavoro meritorio che l’Amministrazione Provinciale di Salerno e, in particolare, la Dirigenza del settore Musei e Biblioteche nella persona della dott.ssa Barbara Cussino, ha realizzato con il restauro del ms. 19 della Biblioteca Provinciale, contenente le Famiglie nobili delli tre seggi della città di Salerno. È proposto il cosiddetto “Manoscritto Pinto” a noi pervenuto attraverso tre diverse redazioni sostanzialmente dello stesso tenore, con questo contributo collettaneo rappresenta un significativo esempio di come una fonte – e le fonti in essa riportate – possa essere interrogata da differenti ambiti disciplinari e di come si possa giungere, infine, a risultati che vadano ad integrarsi reciprocamente, con tre manoscritti che, tramandano precise informazioni su famiglie ed esponenti del patriziato salernitano.

Recensioni

Ancora non ci sono recensioni.

Recensisci per primo “Specchi di nobiltà. Il manoscritto Pinto della Biblioteca Provinciale di Salerno”

SKU: 978-88-907483-3-2 - Vuoi aiuto? Contattaci Lascia un commento

Categories: , , , , , , ,

Il volume vuole essere un contributo al lavoro meritorio che l’Amministrazione Provinciale di Salerno e, in particolare, la Dirigenza del settore Musei e Biblioteche nella persona della dott.ssa Barbara Cussino, ha realizzato con il restauro del ms. 19 della Biblioteca Provinciale, contenente le Famiglie nobili delli tre seggi della città di Salerno. È proposto il cosiddetto “Manoscritto Pinto” a noi pervenuto attraverso tre diverse redazioni sostanzialmente dello stesso tenore, con questo contributo collettaneo rappresenta un significativo esempio di come una fonte – e le fonti in essa riportate – possa essere interrogata da differenti ambiti disciplinari e di come si possa giungere, infine, a risultati che vadano ad integrarsi reciprocamente, con tre manoscritti che, tramandano precise informazioni su famiglie ed esponenti del patriziato salernitano.